L’OTTIMISMO

L’ottimismo sano e quello ottuso. La necessità di usare l’ottimismo sano per leggere correttamente i dati della realtà per giungere al vero progresso. Con un brano di Serge Latouche sulla Decrescita.  Commento musicale: Reno Project “Constellation”

Audio clip: é necessario Adobe Flash Player (versione 9 o superiore) per riprodurre questa traccia audio. Scarica qui l’ultima versione. Devi inoltre avere attivato il JavaScript nel tuo browser.

Articoli correlati

  • OPERAZIONE PERFETTA, PAZIENTE DECEDUTOOPERAZIONE PERFETTA, PAZIENTE DECEDUTO A volte abbiamo così tanta paura di alcune cose da non poter fare a meno che queste accadano. La profezia che si auto determina è una pericolosa trappola in cui, con attenzione, si può evitare di cadere.
  • LA BANALITÀ DEL MALELA BANALITÀ DEL MALE La caduta nel male dell'uomo è banale, non necessita di particolari mostruosità individuali, basta perdere il contatto con la propria realtà in cambio dell'adesione ad un'idea folle ed inumana di esaltazione collettiva. E questo vale non […]
  • MIGRANTIMIGRANTI Migranti, la paura e l'opportunità. Con l'intervento di Antonio Lo Iacono, psicologo e psicoterapeuta, presidente della Società Italiana di Psicologia. Commento musicale: Greg Baumont  "La sixième porte de Shanaaghar" Cinque minuti - Migranti
  • L’IDIOTA IN POLITICA (1)L’IDIOTA IN POLITICA (1) Con Lynda Dematteo alla scoperta del movimento che, prendendo origine dall'isolamento culturale delle valli del nord Italia, ha generato un populismo dove l' "arroganza della semplicità" e il contrasto verso gli immigrati sono alla base […]
  • SPECIALE EMERGENZA LIGURIASPECIALE EMERGENZA LIGURIA Oggi la rubrica Cinque minuti è dedicata all'emergenza psicotraumatica relativa agli avvenimenti dell'alluvione in Liguria. Ne parliamo con il dr. Gianni Guasto che dirige un servizio di sostegno psicoterapico per i traumi da stress […]
  • IL MALE CHE CURAIL MALE CHE CURA "Il male che cura", dal libro di Barbara Collevecchio un viaggio psicoantropologico  nel rito di Cocullo con la sua processione di San Domenico e le serpi. Commento musicale: Fausto Ciotti "Madre coraggio" 5minuti5
  • LIBERA NOS A MALOLIBERA NOS A MALO Quando il demone si ripresenta ricandidandosi alla guida della nostra salvezza, i deboli concentrano su di lui la loro attenzione, felici e soddisfatti di aver trovato nel vacuo metaforista, o nel depresso giullare, il Don Chisciotte che […]
  • MALAFEMMINAMALAFEMMINA Gli uomini ammazzano le donne e mettono in mostra il loro lato più ignobile e criminale. Le donne allevano quei figli che diverranno assassini, e spesso amano uomini deboli, tronfi di squallido potere e stupidamente se ne sentono protette.
Share