CIE, LA SPERANZA RINCHIUSA

Abbiamo cercato di capire la realtà dei centri di identificazione ed espulsione (CIE), veri e propri luoghi di detenzione dove le organizzazioni umanitarie hanno più volte denunciato violazioni dei diritti umani. Vi sono rinchiusi i migranti, in attesa di essere rimpatriati nei loro paesi. Ma la loro attesa è lunga e oggi  può durare fino a 18 mesi. Lo dice l’ultima normativa sull’immigrazione. I CIE sono posti dove rinchiudono persone che non hanno commesso alcun reato e la cui unica colpa è di sperare di migliorare la loro  tragica condizione. Interviste ad Amnesty International, Medici Senza Frontiere e ad un ex consigliera della Regione Lazio.

Commento musicale: Vladimir Sterzer “Timeless Piano Dreams” , “Classic Pop Piano”

Audio clip: é necessario Adobe Flash Player (versione 9 o superiore) per riprodurre questa traccia audio. Scarica qui l’ultima versione. Devi inoltre avere attivato il JavaScript nel tuo browser.

Articoli correlati

  • SU LAMPEDUSA UN’IPOCRISIA TUTTA ITALIANASU LAMPEDUSA UN’IPOCRISIA TUTTA ITALIANA C'era da aspettarselo. Le immagini sconvolgenti trasmesse dal Tg2 sul trattamento inumano dei profughi, nel centro di accoglienza di Lampedusa, hanno scatenato nel Governo e tra i politici una valanga di lacrime e di indignazione […]
  • MIGRANTI: RELOCATION FALLITA, I TRAFFICANTI RINGRAZIANOMIGRANTI: RELOCATION FALLITA, I TRAFFICANTI RINGRAZIANO “E’ stato creato un sistema che alimenta il traffico di esseri umani, consegnando agli ‘scafisti di terra’ migliaia di profughi”: Abel, un giovane interprete eritreo, non usa mezzi termini per mettere sotto accusa il piano di […]
  • IL MURO NELLA TESTAIL MURO NELLA TESTA I muri, costruiti per contenere gli spostamenti della gente, prima di essere eretti con reti o mattoni sui confini, s'innalzano nella testa quali barriere mentali tese a respingere il dolore e la consapevolezza della perdita di ogni […]
  • I MARTIRI DELLA VERGOGNAI MARTIRI DELLA VERGOGNA Le immagini dei corpi dei migranti riversi a faccia in giù nelle acque del nostro mare trasudano vergogna, sono icone ineluttabili di un tradimento di una civiltà. Nel Mediterraneo sono ormai decine di migliaia i corpi inabissati […]
  • DESTINI MIGRANTIDESTINI MIGRANTI Le funzioni di adattamento e di cambiamento fanno parte del corredo individuale e sociale della nostra struttura psichica. Per quanto riguarda l'aspetto sociale, nella storia dell'evoluzione umana l'adattamento a diverse condizioni […]
  • MIGRANTIMIGRANTI Migranti, la paura e l'opportunità. Con l'intervento di Antonio Lo Iacono, psicologo e psicoterapeuta, presidente della Società Italiana di Psicologia. Commento musicale: Greg Baumont  "La sixième porte de Shanaaghar" Cinque minuti - Migranti
  • MIGRANTI, IN ITALIA UNA PESANTE DERIVA RAZZISTAMIGRANTI, IN ITALIA UNA PESANTE DERIVA RAZZISTA “Sbarcati in Sicilia mille clandestini nella totale indifferenza”: è il titolo a tutta pagina pubblicato giorni fa da un giornale a tiratura nazionale, per sollecitare maggiori misure di controllo e, in definitiva, il blocco degli arrivi. […]
  • SI AGGRAVA IL DRAMMA DEI PROFUGHI NEL SINAI (2)SI AGGRAVA IL DRAMMA DEI PROFUGHI NEL SINAI (2) II parte dell’intervista ad Emilio Drudi sui profughi tenuti prigionieri dai predoni nel Sinai. Parliamo stavolta della comunità internazionale, di cosa sta facendo per questa gente disperata. Drudi ci racconta anche della vicenda dei 72 […]