CRITICARE A FIN DI BENE

C’è una bella differenza fra un insulto e una critica: l’uno serve solo a distruggere, l’altra aiuta a costruire relazioni interpersonali sane. Se qualcuno che ci sta a cuore mette in atto dei comportamenti che ci infastidiscono non esitiamo a dirglielo. Erroneamente si pensa che ciò possa minare il rapporto ma al contrario lo rende più solido e privo di reticenze. Ecco alcuni suggerimenti sul modo corretto di formulare le critiche, senza mai offendere la sensibilità o la dignità dell’altro.

Commento musicale: Vladimir Sterzer – The Last Day of Winter

ASCOLTA

Audio clip: é necessario Adobe Flash Player (versione 9 o superiore) per riprodurre questa traccia audio. Scarica qui l’ultima versione. Devi inoltre avere attivato il JavaScript nel tuo browser.

Aldo Gabardo

Pubblicità etica

Articoli correlati

  • ASSERTIVITA’, UN MODO NUOVO DI PENSAREASSERTIVITA’, UN MODO NUOVO DI PENSARE Ultimo appuntamento dedicato all'assertività: non basta apprendere qualche tecnica per cambiare il modo di pensare. Liberiamoci dall'oppressione del giudizio e dei falsi doveri imposti dall'esterno. Commento musicale: Vladimir Sterzer: […]
  • COMPLIMENTIAMOCI!COMPLIMENTIAMOCI! Scambiarsi complimenti contribuisce a creare un clima positivo nelle relazioni interpersonali. Se qualcosa dell'altro ci piace perché non comunicarglielo? Proseguendo il cammino verso l'assertività vediamo come l'abilità di fare e […]
  • C’È CHI DICE NO!C’È CHI DICE NO! Dire "no" è un nostro diritto. Quante prepotenze o tentativi di manipolazione subiamo perché non sappiamo opporre un rifiuto? Come difenderci da chi vuole imporre la sua volontà a tutti i costi, senza reagire in modo […]
  • Essere o avere?Essere o avere? Assertività e diritti umani. Con la partecipazione della dott.ssa Rosa Giordano. Psicopub V edizione 29/4/2008 - 62 minuti giordano.mp3
  • RET: IMMAGINARE LE EMOZIONIRET: IMMAGINARE LE EMOZIONI In tutte le terapie il pericolo di una ricaduta è sempre in agguato, la RET non fa eccezione. Tramite l'immaginazione razionale emotiva (REI) Ellis ci fornisce un ulteriore strumento per superare questa ed altre insidie al nostro […]
  • RET: LA TIRANNIA DEI DOVERIRET: LA TIRANNIA DEI DOVERI Perché pensiamo in modo irrazionale? Cosa ci spinge a sabotare noi stessi? Siamo vittime di quelle che Albert Ellis chiama doverizzazioni, nemici subdoli e insidiosi. Commento musicale: Hugo Contini - Dewey Square Aldo Gabardo  
  • RET: LA DISPUTARET: LA DISPUTA La RET ci mostra come sfidare e rendere innocue le nostre convinzioni irrazionali ponendole di fronte alla realtà dei fatti. Commento musicale: Slikk Tim - Midnight Blue Aldo Gabardo
  • CRISI E DEPRESSIONE NELL’OTTICA COGNITIVISTICACRISI E DEPRESSIONE NELL’OTTICA COGNITIVISTICA Nei periodi di crisi economica si assiste inevitabilmente ad un aumento del tasso di suicidio, basti pensare a quanto successo nel 1929 negli Stati Uniti, quando le autorità si videro costrette a bloccare l'accesso al tetto degli edifici […]
Condividi