I DANNATI DEL SINAI

Centinaia di profughi eritrei sono tenuti prigionieri nel Sinai da bande di predoni e trafficanti di organi. La vicenda è stata denunciata circa un anno fa ma nessuno se ne occupa. Don  Mussi Zerai, prete eritreo, presidente dell’agenzia Habeshia per la cooperazione e lo sviluppo, ci racconta la storia di questi disperati.

Commento musicale: Eva Milan – Esodo

Audio clip: é necessario Adobe Flash Player (versione 9 o superiore) per riprodurre questa traccia audio. Scarica qui l’ultima versione. Devi inoltre avere attivato il JavaScript nel tuo browser.

Articoli correlati

  • SI AGGRAVA IL DRAMMA DEI PROFUGHI NEL SINAISI AGGRAVA IL DRAMMA DEI PROFUGHI NEL SINAI Lo scorso dicembre c'eravamo occupati dei profughi  tenuti prigionieri nel Sinai. Avevamo intervistato don Mussie Zerai, esponente della Chiesa Etiope presso il Vaticano e presidente dell’agenzia Habeshia, che si occupa dell’assistenza […]
  • SI AGGRAVA IL DRAMMA DEI PROFUGHI NEL SINAI (2)SI AGGRAVA IL DRAMMA DEI PROFUGHI NEL SINAI (2) II parte dell’intervista ad Emilio Drudi sui profughi tenuti prigionieri dai predoni nel Sinai. Parliamo stavolta della comunità internazionale, di cosa sta facendo per questa gente disperata. Drudi ci racconta anche della vicenda dei 72 […]
  • PROFUGO ERITREO SUICIDA A MINEO: DENUNCIA DI DON ZERAIPROFUGO ERITREO SUICIDA A MINEO: DENUNCIA DI DON ZERAI Un giovane profugo eritreo è stato trovato morto in una palazzina del centro richiedenti asilo di Mineo, nel Catanese. Si è ucciso: penzolava da un laccio stretto attorno al collo, una corda di fortuna, ricavata da una striscia di stoffa […]
  • PROFUGHI SCHIAVI ANCHE NELLO YEMENPROFUGHI SCHIAVI ANCHE NELLO YEMEN  Ci sono profughi schiavi anche nello Yemen. Prigionieri di organizzazioni criminali che pretendono migliaia di dollari di riscatto per liberarli. Proprio come nel deserto del Sinai. La denuncia arriva, ancora una volta, dall’agenzia […]
  • VIOLENZE SUI PROFUGHI NEI PAESI DEL PROCESSO DI KHARTOUMVIOLENZE SUI PROFUGHI NEI PAESI DEL PROCESSO DI KHARTOUM Sequestri da parte di bande di trafficanti, ricatti della polizia, galera a tempo indeterminato o rimpatri forzati nel paese da cui sono fuggiti per sottrarsi a persecuzioni, torture, negazione dei diritti più elementari. E’ quanto accade […]
  • LIBIA, PROFUGHI SCHIAVI COME CARNE DA CANNONELIBIA, PROFUGHI SCHIAVI COME CARNE DA CANNONE Carne da cannone. E’ l’ultimo capitolo della tragedia dei profughi in Libia. Decine, centinaia di giovani fuggiti dal Corno d’Africa o dall’Africa sub sahariana vengono sequestrati da miliziani delle varie fazioni in lotta e costretti a […]
  • SALVARE I VIVI PER ONORARE LA MEMORIA DEI MORTISALVARE I VIVI PER ONORARE LA MEMORIA DEI MORTI Un anno fa la tragedia di Lampedusa: quella che è diventata la “madre” di tutte le stragi di migranti nel Mediterraneo. Era il 3 ottobre: 368 vite spezzate in una sciagura che ha ancora oggi stringe i cuori e che ha richiamato l’Italia e […]
  • EMERGENZA PROFUGHI: UNA SPERANZA DALL’EUROPAEMERGENZA PROFUGHI: UNA SPERANZA DALL’EUROPA Le commissioni europee per gli affari interni e per i diritti umani non considerano positivi, anzi, tendono a sconsigliare gli accordi bilaterali tra singoli stati dell’Unione e altri governi per il controllo dell’emigrazione. E stanno […]
Share