DISABILITA’, MODAVI PROMUOVE MANIFESTO PER QUOTE BIANCHE

Casula: modo per favorire rinnovamento della classe dirigente

“Quella delle quote bianche e’ prima di tutto una grande battaglia di civiltà” hanno dichiarato Irma Casula, presidente del Movimento delle Associazioni di Volontariato Italiano (Modavi) e Valentina Valenti , presidente dell’Ass. Valentina, in una nota congiunta a margine della conferenza stampa di questa mattina.
“Le Quote Bianche sono uno strumento per facilitare l’ingresso, in politica e nelle istituzioni, di chi certamente, a prescindere dai meriti personali, incontra più ostacoli di altri. Essere disabile non impedisce di occuparsi, con sensibilità e competenza, di ogni aspetto della società, dal welfare alla politica estera. L’esperienza personale li rende certamente più attenti nei confronti della propria categoria, ma questo deve essere una risorsa e non un limite: non c’è motivo per cui un disabile debba occuparsi esclusivamente di disabilità”.
“Questa iniziativa può, inoltre, favorire il rinnovamento della classe dirigente non solo politica, ma anche, per esempio, del mondo economico-finanziario. Le Quote Bianche, dando spazio alle categorie fragili, più portate all’altruismo in virtù della propria esperienza di vita, possono essere una risposta all’attuale modello dominante, fondato per lo più sull’egoismo”.

Ufficio Stampa e Comunicazione Mo.D.A.V.I. Onlus 

 

Share