VIOLENZA E DIRITTI. FINANZIAMENTI A PROGETTI TRANSNAZIONALI

Violenza e diritti: 25 milioni dall’Europa
La Commissione Europea ha emanato l’Avviso pubblico 2011-2012 per la presentazione di progetti transnazionali specifici nell’ambito del “Programma DAPHNE III”, per la prevenzione e il contrasto della violenza contro bambini, giovani e donne e la protezione delle vittime e dei gruppi a rischio.
L’ avviso comprende le seguenti priorità previste nei Programmi annuali di lavoro 2011-2012:
-Diritti delle vittime di violenza;
-Violenza legata a pratiche dannose;
-Bambini come vittime e autori di violenze;
-Programmi e interventi per gli autori di violenza;
-Programmi di formazione per operatori in contatto con le vittime;
-Lavoro di empowerment a livello di base;
-Violenza nei media, in particolare violenza legata alle nuove tecnologie e agli strumenti di social network.

Possono presentare proposte progettuali enti e organizzazioni aventi le seguenti caratteristiche:
-Essere legalmente costituiti come ente pubblico e privato (organizzazioni non governative, autorità regionali e locali; università, centri di ricerca);
-Avere sede in uno dei 27 Paesi dell’Unione Europea o dei Paesi membri dell’EFTA aderenti all’Accordo EEA (Islanda, Liechtenstein, Norvegia);
-Avere natura non lucrativa.
Il budget complessivo dell’avviso ammonta indicativamente a euro 25.831.000.
La quota di cofinanziamento comunitario non potrà essere superiore all’80% del costo totale del progetto. Il 20% del budget totale, quindi, dovrà essere garantito dal partenariato a titolo di co-finanziamento.
Il contributo comunitario minimo previsto è pari a 75.000 euro.
E’ richiesto un partenariato transnazionale minimo composto da organizzazioni appartenenti ad almeno 2 Stati membri.
La durata massima dei progetti non dovrà superare i 24 mesi.
La scadenza per la presentazione dei progetti è il 29 Marzo 2012.
Maggiori informazioni all’indirizzo http://ec.europa.eu/justice/grants/programmes/daphne/index_en.htm