APPUNTAMENTI 12 -18 MARZO 2012

Agenda degli appuntamenti settimanali dal 12 al 18 Marzo. Per inviare comunicazioni scrivete a appuntamenti@psicologiaradio.it o inserite il vs. evento in corso di svolgimento aggiungendo un post a questo articolo. La prossima Agenda sarà on line Lunedì 19 Marzo 2012.

 

 

 

12/3 MILANO

LasciateCIEntrare “CIE e CARA – Istruzioni per l’uso ?” Incontro di formazione ed approfondimento con i giornalisti.  Milano – lunedì 12 marzo 2012 – ore 10.00 Sala Montanelli – Circolo della Stampa, Corso Venezia, 48 – 20121 Milano. Tel. 02 76022671/712 Fax 02 76003014  www.circolostampamilano.it. Programma del workshop:  Raffaella Cosentino, giornalista – campagna LasciateCIEntrare –  Brevi cenni della campagna realizzata nel 2011, la mobilitazione, l’abrogazione della Circolare n. 1305, lo sviluppo della fase di informazione e sensibilizzazione in Italia e la rete a livello europeo. Testimonianza sulle visite giornalistiche nei Cie; Ilaria Sesana, giornalista – Testimonianza da una visita nel Cie di Torino.
FORMAZIONE:  Avv. Alessandra Ballerini, legale ASGI – Normativa in tema di espulsione e detenzione amministrativa (testo unico, regolamento     di attuazione, Cedu e direttive); Normativa in tema di diritto di asilo, protezione e Art. 18; Diritti Umani inviolabili e casi si inespellibilità; Avv. Paolo Oddi, legale Asgi – Il caso del Cie di Milano, testimonianza di un avvocato difensore; Ilaria Scovazzi, responsabile Immigrazione Arci Lombardia – testimonianza della società civile; Alessandra Naldi, Presidente Antigone Lombardia – testimonianza della società civile; Anna Meli – intervento di presentazione della Carta di Roma.  Per informazioni e per registrarsi al workshop gratuito: Raffaella Cosentino – 333.7401795 raffaella.cosentino@gmail.com

 

12/3 BOLOGNA

Fondazione e Ordine dei Giornalisti dell’Emilia Romagna, Regione Emilia-Romagna, Provincia di Bologna. Conferenza Volontariato Giustizia Emilia-Romagna invitano all’incontro pubblico su:  Le vittime e gli autori di reato nella rappresentazione dei media. Bologna, lunedì 12 marzo 2012 Sala del Consiglio della Camera di Commercio dalle ore 16,00 alle 18,30 Piazza della Mercanzia 4.
Intervengono: Andrea Casalegno, giornalista, figlio del vicedirettore de La Stampa assassinato dalle Br
Ornella Favero, giornalista, direttore di “Ristretti Orizzonti” , Paola Cigarini, referente Conferenza regionale Volontariato e Giustizia Claudio Santini, direttore alla formazione della Fondazione Giornalisti Gerardo Bombonato, presidente Ordine Giornalisti Emilia-Romagna Carla Chiappini, vicepresidente Ordine Giornalisti Emilia-Romagna

 

12/3 BOLOGNA

5° incontro del ciclo DIScorsi sulla DISuguaglianza, «Conoscere le disuguaglianze per capire la società di oggi». Lunedì 12 marzo 2012 – ore18:00 – Palazzo Europa (1°p./ sala “C”) sul tema Politica «Percorsi possibili verso l’uguaglianza» ne discutono Laura Pennacchi Economista – Già Sottosegretario al Tesoro nel governo «Prodi 1» (1996-’98) Carlo Galli Politologo – Docente università di Bologna – Editorialista de “la Repubblica”. Introduce e coordina Luciano Guerzoni. Presidente della Fondazione Ermanno Gorrieri per gli studi sociali. Per ogni ulteriore informazione: info@fondazionegorrieri.it

 

12/3 CESENA

“Cinema e Psicoanalisi”. Il cinema Eliseo di Cesena in collaborazione con il Centro Didattico SIPsA-COIRAG di Bologna ed il patrocinio della Scuola di Specializzazione COIRAG di Padova presentano una rassegna di “Cinema e Psicoanalisi”, a cura della dott.ssa Mirella Montemurro. Tema delle proiezioni è l’ “identità”  in adolescenza e dell’identità sessuale nella preadolescenza e dell’immagine del Sé e l’identità in età adulta. Dopo la proiezione del film incontri con  psicoterapeuti, psicologi dell’AUSL di Cesena per  discutere sulle tematiche identitarie. Inoltre all’appuntamento del 2 aprile parteciperà anche il regista del film, Carlo Sarti. Il programma: Lunedì 12 Marzo: “This must be the place” (2011) di Paolo Sorrentino. Relatori: Sonia Saponi, Psicoterapeuta SIPsA-COIRAG e Mirella Montemurro, Psicoterapeuta SIPsA.
Lunedì 19 Marzo  “Scialla” (2011) di Francesco Bruni. Relatori: Marusca Stella,Psicoterapeuta SPAD, Silvia Cicchetti, Psicoterapeuta M.S. SIPsA e il Prof. Roberto Pani, Docente Psicologia Clinica Alma Mater Studiorum Bologna, Didatta SIPsA-COIRAG. Lunedì 26 Marzo “Il ritorno” (2003) di Andrei Zvyagintsev. Relatori: Francesco Rasponi Psicoterapeuta SIPP e Fabio Sgrignani Psicoterapeuta CSPP. Lunedì 2 Aprile “Goodbye Mr Zeus” (2010) di Carlo Sarti. Relatori: Roberta Biolcati, Psicoterapeuta SIPsA-COIRAG e Stefania Artioli Psicoterapeuta SIPsA. Interverrà il regista Carlo Sarti.

 

13/3 MILANO

“Il golpe cileno e il ruolo della diplomazia italiana”. A Palazzo Clerici (Via Clerici, 5 – Milano). Info: Segreteria Organizzativa tel.: 02 86 93 053 – e-mail: ispi.eventi@ispionline.it – sito: www.ispionline.it

 

13/3 EMPOLI

Le nuove frontiere dell’educazione attraverso l’utilizzo della realtà aumentata. Seminario promosso da ASEV in collaborazione con il Gruppo SESA. Martedì 13 marzo dalle ore 15.00 all’ASEV di Via delle Fiascaie a Empoli si parlerà di realtà aumentata e dei suoi applicativi nel campo della formazione nel seminario Insegnare e imparare nel 2020 – Le nuove frontiere dell’educazione attraverso l’utilizzo della realtà aumentata.
Il seminario gratuito, organizzato in collaborazione con VAR Group e Gruppo SESA, sarà il primo di una serie di incontri volti a mostrare alcuni esempi live di realtà aumentata, per dimostrare come sia un potenziale mercato d’interesse non solo per quanto riguarda il marketing e la comunicazione, ma anche per la didattica e la formazione, rendendoli maggiormente integrati con l’ambiente, più coinvolgenti e più collaborativi.
La realtà aumentata o augmented reality è un avanzato sistema tecnologico interattivo che permette di oltrepassare in tempo reale i confini tra reale e virtuale, aumentando la realtà che ci circonda con spettacolari elementi multimediali e interattivi che forniscono informazioni supplementari sull’ambiente esistente.
Il seminario si colloca all’interno del progetto LARGE – Learning Augmented Reality Global Environment, coordinato da ASEV e cofinanziato dalla Commissione Europea nell’ambito del programma Lifelong Learning per l’uso di tecnologie informatiche per l’apprendimento.
Lo scopo del progetto è quello di realizzare una piattaforma basata su questa tecnologia, semplificando il processo di creazione dei contenuti di realtà aumentata e quindi permettendo a tutte le istituzioni scolastiche e formative di trarre profitto dai suoi indiscussi vantaggi.
I partner del progetto appartengono a 5 Paesi dell’Unione Europea (Bulgaria, Lituania, Romania, Italia e Spagna) e sono una società di sviluppo software, 2 università, un istituto scolastico regionale e due agenzie formative.
Il progetto LARGE si rivolge alle istituzioni a tutti livelli di istruzione: scuole elementari e secondari, università, istituzioni di formazione professionale, centri/agenzie di formazione per gli adulti ed intende introdurre nuovi metodi di insegnamento, attuabili a diversi livelli nel sistema educativo, incrementando l’attrattiva e quindi l’efficacia delle risorse per l’istruzione, portando l’insegnamento più vicino alla realtà, stimolando la creatività, sia degli insegnanti che degli studenti, sostenendo e incoraggiando l’apprendimento basato sulla scoperta.
LARGE, iniziato nell’ottobre 2011, avrà una durata di 24 mesi e terminerà nell’ottobre 2013.
L’accesso via Internet alla piattaforma di LARGE sarà completamente gratuito.

 

13/3 ROMA

I VALORI DEGLI ITALIANI Dall’individualismo alla riscoperta delle relazioni. Martedì 13 marzo – ore 16:00 Istituto della Enciclopedia Italiana Palazzo Mattei di Paganica – Sala Igea, Piazza della Enciclopedia Italiana, 4 – Roma
Intervengono: Giuliano Amato – Presidente del Comitato dei Garanti per le celebrazioni del 150° anniversario dell’Unità d’Italia,  Giuseppe De Rita – Presidente del Censis, Paolo Peluffo – Sottosegretario di Stato alla Presidenza del Consiglio per Informazione, Comunicazione, Editoria e Coordinamento amministrativo. Quali valori sono stati alla base del lungo percorso di sviluppo della realtà socio-economica italiana e quali invece caratterizzeranno il nostro futuro: è questo il filo rosso che attraversa la ricerca realizzata dal Censis nell’ambito delle attività per le celebrazioni del 150° anniversario dell’Unità d’Italia. Anche grazie al confronto con i risultati di un’analoga ricerca sui valori degli italiani condotta venti anni fa è stato possibile ricostruire come dalla famiglia al lavoro, al rapporto con la spiritualità siamo cambiati. E capire se le scintille di speranza che vanno emergendo, fatte di responsabilità e attenzione alla relazione, riusciranno a essere un nuovo motore per il nostro futuro. Per informazioni: Fondazione Censis Piazza di Novella, 2  tel. 06-860911,  www.censis.it

 

14/3 MILANO

 

15/3 FERRARA

Anatomie della Mente e altre storie – Sei conferenze di varia psicologia. V Edizione. Teatro Anatomico della Biblioteca Ariostea (via Scienze, 17).  Info: http://www.unife.it/comunicazione/materiali/cicli-di-conferenze/anatomie-mente/anatomie-della-mente-edizione-2011-2012/anatomie-della-mente-e-altre-storie-v-edizione
Giovedi 15 marzo 2012 ore 16,30 – 19: Il gesto tragico estremo. Storie di suicidio femminile nella tragedia sofoclea: Antigone, Deianira, Giocasta. Angela Andrisano e Stefano Caracciolo

 

15/3 VENEZIA

Promoting the understanding of cooperatives for a better world – Conferenza internazionale (15-16 marzo) San Servolo, Venezia. Euricse e Alleanza Cooperativa Internazionale.

Info: http://www.redattoresociale.it/

 

15/3 MILANO

2^ EDIZIONE SODALITAS SOCIAL INNOVATION. A Milano in Assolombarda, verrà presentato il programma che anche nel 2012 farà emergere un gruppo di progetti Nonprofit di particolare qualità da candidare a partnership con imprese, e contribuirà in modo diffuso a migliorare la capacità progettuale del Terzo settore. Interlocutori autorevoli delle istituzioni e del Terzo settore discuteranno i tratti che caratterizzano, in modo sempre più accentuato, il contesto in cui operano le organizzazioni nonprofit italiane: i bisogni delle persone crescono e diventano sempre più articolati, mentre diminuiscono le risorse pubbliche per darvi risposta. Interverranno l’Assessore Pierfrancesco Majorino del Comune di Milano e Rita Graziano del Ministero del Lavoro; Pier Mario Vello, Segretario di Fondazione Cariplo, Claudia Fiaschi, Presidente del Consorzio CGM, Franco Vannini dell’Istituto Italiano della Donazione.
L’appuntamento è rivolto a tutte le imprese motivate a generare impatto sociale grazie al loro impegno a favore della comunità e del territorio, e a tutte le organizzazioni nonprofit impegnate a innovare la loro capacità di sviluppare partnership con le imprese.
Già nel 2011, con la 1° edizione, SODALITAS SOCIAL INNOVATION aveva raccolto 231 progetti presentati da organizzazioni nonprofit. Saranno le stesse imprese e organizzazioni nonprofit a presentare, insieme, alcune delle partnership Profit-Nonprofit già nate negli ultimi mesi grazie a SODALITAS SOCIAL INNOVATION, a testimonianza del successo che l’iniziativa ha già generato. Alcune imprese che si sono avvicinate da poco a SODALITAS SOCIAL INNOVATION presenteranno nuove opportunità di collaborazione con il Nonprofit da sviluppare nei prossimi mesi.
Infine, verrà presentata la Griglia 2012 SODALITAS SOCIAL INNOVATION, che conterrà i criteri utili alle organizzazioni Nonprofit interessate a candidare i propri social business plan.Per informazioni: Patrizia Giorgio – Fondazione Sodalitas. patrizia.giorgio@sodalitas.it tel. 02-86460236

 

15/3 MODENA

Media e Salute mentale, un corso per capire meglio il rapporto tra rappresentazione mediatica e disagio psichico. L’associazione Idee in circolo promuove dal 15 marzo un corso gratuito in sei appuntamenti dedicato al difficile rapporto tra media e salute mentale.
“Spesso i media danno delle malattie mentali un’immagine negativa, per lo più basata sui pregiudizi che vedono le persone con questi disturbi come pericolose, imprevedibili e inaffidabili. Termini come “psicolabile”, “squilibrato”, “follia omicida”, sono spesso usati per descrivere situazioni e fatti di cronaca, veicolando in questo modo verso il mondo della salute mentale paura, imprevedibilità, inaffidabilità, aumentando stigma e pregiudizi. Per questo vorremmo aprire una collaborazione tra operatori della comunicazione, persone con disagio psichico ed i loro famigliari, operatori dei Servizi di Salute Mentale, cittadini interessati per continuare un lavoro avviato nella scorsa Settimana della salute Mentale, in cui ci si è proposti di conoscersi meglio, di riflettere insieme su come si possa parlare diversamente di disagio mentale”.
SALUTE MENTALE E MASS MEDIA PROPOSTA DI INCONTRO, FORMAZIONE, PARTECIPAZIONE E SCAMBIO DI ESPERIENZE
In una prima fase si propone un corso di formazione, con il coinvolgimento di giornalisti esperti come docenti, che prevede 6 incontri così strutturati:
Giovedì 15 marzo ore 18 – 20. Lezione introduttiva, presentazione del progetto. Nozioni di base su un’inchiesta giornalistica,
Giovedì 22 marzo ore 18 – 20. Approfondimento “Radio” e costruzione di un’inchiesta radio, con la partecipazione di Radio
Liberamente, Radio di utenti della salute mentale di Modena, in collaborazione con il circolo Vibra,
Mercoledì 28 marzo ore 18 – 20. Approfondimento “giornale” e costruzione di un’inchiesta giornalistica,
Mercoledì 4 aprile 18 – 20. Approfondimento “documentazione fotografica”
Mercoledì 11 aprile 18 – 20. Approfondimento “New Media” e costruzione documentazione video,
Giovedì 19 aprile 18 – 20. Approfondimento “Televisione” e costruzione documentazione video
Una seconda fase in cui utenti, famigliari, operatori, cittadini e giornalisti costruiscono i momenti di scambio e confronto tra i due mondi: quello dei media e quello della salute mentale. Giornalisti stampa, radio e video entreranno con noi nei servizi e noi entreremo nelle redazioni. In questo modo si promuoverà, una formazione sul campo, per cui si lavorerà coi Servizi di Salute Mentale affinché i giornalisti visitino gli stessi, ascoltino i racconti di chi vive quei luoghi.
Se l’idea alla base è veicolare un’attenzione positiva verso il mondo della salute mentale, che è anche connotato da storie positive  e di guarigione, gli obiettivi concreti sono quelli di produrre materiali video, radio e di giornalismo sull’esperienza e sul rapporto media e salute mentale e produrre un opuscolo di semplice consultazione rivolto alla comunità ed agli operatori della comunicazione sui principali temi della salute mentale.
Per partecipare al progetto o per ulteriori informazioni, mandare una mail entro il 14/03  a associazioneideeincircolo@gmail.com o  telefonando allo 3452833360.
Promosso da: Associazione Idee in circolo, Associazione Insieme a Noi, Social Point – Dipartimento di Salute Mentale – DP di Modena, L’Associazione Stampa Modenese, l’ Ufficio Stampa Azienda USL e il Comitato ARCI Modena.

 

15/3 SIENA

Giovedì 15 marzo, a Scienze Politiche e in Provincia, un convegno che guarda al fenomeno con una nuova ottica: INTEGRAZIONE DEI MIGRANTI, NON PIU’ PROBLEMA SOCIALE MA RISORSA DA VALORIZZARE
“L’integrazione dei migranti non deve essere più vista come una risposta a bisogni socio assistenziali, ma come strategia di valorizzazione di una componente essenziale per la società italiana, risorsa cruciale per il benessere e lo sviluppo economico. Un processo complesso che coinvolge a 360 gradi tutte le politiche pubbliche e che ha come presupposto fondamentale l’esercizio dei diritti di cittadinanza” Con queste parole Simonetta Pellegrini, assessore provinciale al welfare, presenta il convegno “Le sfide locali per l’integrazione” , organizzato da Provincia di Siena, Università di Siena, Regione Toscana e Osservatorio Sociale Regionale e che si terrà giovedì 15 marzo. Un appuntamento diviso in due. A partire dalle ore 10, presso la facoltà di Scienze Politiche in via Mattioli 5, Fabio Berti, docente di sociologia presso l’Università di Siena, presenta il libro “Le dinamiche locali dell’integrazione”, da lui scritto insieme ad Andrea Valzania, anch’egli sociologo insegnante nello stesso ateneo. La ricerca di Berti e Valzania, edita da Franco Angeli, attraverso un’analisi trasversale di alcuni ambiti sociali quali il progetto migratorio, il lavoro, lo status giuridico, la differenza culturale, l’identità, la rete dei servizi, propone una sorta di prima misurazione del livello di integrazione in Toscana. Dopo gli interventi programmati e la tavola rotonda (cui partecipano Regione Toscana, ANCI, SDS  area grossetana, Oxfam Italia) sarà presentato e discusso un documento contente proposte di interventi concreti proprio nel campo dell’integrazione. Nel pomeriggio, a partire dalle ore 15, nella sala del consiglio provinciale in piazza Duomo, il dibattito affronterà il tema del’integrazione degli stranieri da punti di vista diversi da quelli degli addetti ai lavori: l’obiettivo è richiamare l’attenzione dei media e dei cittadini su prospettive di lettura del fenomeno migratorio che superino le logiche dell’esclusione sociale e dell’assistenzialismo. Parteciperanno lo storico Franco Cardini, Otto Bitjoka della Fondazione Ethnoland, Salvatore Allocca assessore al welfare della Regione Toscana, Elzir Izzedin Imam di Firenze e presidente UCOII, Simone Bezzini presidente della Provincia di Siena.
“ Il fenomeno – afferma ancora l’assessore Pellegrini – ha interessato la provincia di Siena negli ultimi anni in modo crescente: gli immigrati sono passati dai 9.934 del 2002 ai 29.648 del 2010. Le aree dove l’immigrazione è più forte sono la Valdichiana , con una percentuale del 10, 8 per cento; Siena e comuni limitrofi al capoluogo, con l’11,1 per cento; la Valdelsa , con il 10,9 per  cento, seguita dall’Amiata, con il 9,4 per cento. Questo trend di crescita ha effetti sull’andamento demografico di tutta la provincia e determina un aumento della popolazione, con la ripresa delle nascite, ed è fondamentale anche per la tenuta economica di alcuni territori della provincia di Siena, soprattutto i piccoli Comuni dove vivono e lavorano molti immigrati. In questo contesto socio-demografico si inseriscono i progetti che la Provincia , insieme ai Comuni, porta avanti per favorire l’inserimento e l’inclusione sociale dei nuovi cittadini stranieri, anche attraverso l’impiego di mediatori culturali. Queste figure sono presenti nei centri impiego, in sportelli creati ad hoc per assistere persone immigrate in cerca di lavoro o di assistenza che incontrano il primo ostacolo nella lingua. Solo nel 2011, le strutture della Provincia hanno assistito 1.581 persone straniere, di cui 725 uomini e 856 donne. A ciò vanno aggiunti i progetti per l’alfabetizzazione linguistica che vengono promossi nelle scuole e in altri contesti per gli immigrati adulti, in particolare le donne, ricordando che nel nostro territorio è in forte aumento la presenza femminile straniera che svolge attività di assistenza familiare”.

 

16/3 ROMA

CHIUDERE GLI OSPEDALI PSICHIATRICI GIUDIZIARI. Problemi. Alternative. Modelli di intervento
Santa Maria della Pietà. Sala Basaglia Venerdì 16 Marzo 2012
9.00 Introduzione Gianfranco Palma (DSM RM E) e Giuseppe Ducci (PreSaM e DSM RM E)
9.15-11.45 Chairman Alessandro Grispini (PreSaM e DSM RM E)
Dipartimento di Salute Mentale e superamento della psichiatria penitenziaria: problematiche cliniche e psichiatrico-forensi derivanti  dal DPCM 1.4.2008 e dal Decreto Legge 22 Dicembre 2011, n. 211, recante interventi urgenti per il contrasto della tensione detentiva determinata dal sovraffollamento delle carceri, convertito in legge il 14.2.2012.
Stefano Ferracuti (Università di Roma)
Le iniziative della Commissione del Senato in tema di OPG e i cambiamenti determinati dal DL 211.
Ignazio Marino (Senato della Repubblica)
Verrà proiettato anche un breve video girato in occasione dei sopralluoghi della Commissione presso gli OPG italiani.
La valutazione della psicopatia con la Hare Psychopathy Check List-Revised (PCL-R).
Vincenzo Caretti (Università di Palermo)
12.00-13.30 Presentazione del libro “Matti in libertà” (Editori Riuniti, 2011) di Maria Antonietta Farina Coscioni (Commissione Affari Sociali della Camera dei Deputati).
Intervengono con l’autrice, Pompeo Martelli (Centro Studi e Ricerche ASL RM E) e Gianluigi Di Cesare (PreSaM e DSM RM E). 14.30-16.30 Chairman Giuseppe Ducci (PreSaM e DSM RM E)
Pericolosità sociale: tra paradigma sanitario e paradigma giuridico. Implicazioni organizzative.
Gianfranco Rivellini (OPG Castiglione delle Stiviere)
La situazione del Lazio: quali sono gli interventi irrinunciabili?
Gianfranco Palma (DSM RM E). Discussione e conclusioni
Segreteria organizzativa:Giuseppe Ducci e Alessandro Grispini Tel. 06.68354009 – Fax 06.68354015

 

16/3 ROMA

Religioni e conflitti regionali.  Giornata di studio a Roma. L’International Association for Peace organizza per venerdì 16 marzo, “Religioni e conflitti regionali”, una giornata di studio pensata per approfondire il possibile ruolo delle religioni rispetto ai conflitti in atto in numerosi Paesi africani.
L’obiettivo dell’associazione, costituita da cittadini stranieri, prevalentemente di origine somala, è quello di costituire in Paesi come la Nigeria, la Somalia, l’Etiopia, l’Eritrea, il Kenya, ma anche in Palestina, Israele, Libia, Afghanistan, Centri di dialogo interreligioso, capaci di influire positivamente sui conflitti regionali, luoghi di mediazione tra le comunità, educazione alla pace.
L’associazione intende iniziare il proprio percorso in Italia, aprendo il primo Centro di dialogo interreligioso proprio a Roma.
Algeria, Angola, Ciad, Costa d’Avorio, Gibuti, Egitto, Eritrea, Etiopia, Kenya, Libia, Mali, Mauritania, Nigeria, Repubblica Centrafricana, Repubblica Democratica del Congo, Ruanda, Sahara occidentale, Senegal, Somalia, Somaliland, Puntland, Sudan, Darfur, Sud Sudan, Uganda: secondo “Guerre nel mondo” sono 24 gli stati africani attualmente in conflitto e 83 le milizie-guerrigliere, i gruppi separatisti e i gruppi anarchici coinvolti. Molti di questi conflitti hanno origine da questioni legate alla religione.
La giornata di studio si svolgerà dalle 9.30 alle 17.00, presso la sede dei Centri di servizio per il volontariato del Lazio Cesv e Spes, a Roma.  Info: peaceforal@hotmail.com

 

16/3 TORINO

Conferenza internazionale CULTURE INDIGENE DI PACE, Donne e uomini oltre il conflitto.
Tre giorni di conferenze, workshop ed eventi a confronto con le Società di Pace tuttora esistenti, esempi di una collettività egualitaria dove non esistono forme di violenza su donne e bambini, né tantomeno la guerra.
Interverranno Donne della comunità Moso (Cina) e Khoesan (Sudafrica), Heide Goettner-Abendroth (Germania), Peggy Reeves Sanday (USA), Bernedette Muthien (Sudafrica), Diarmuid O’Murchu (Irlanda), Luciana Percovich, Genevieve Vaughan, Mario Bolognese, Francesca Freeman, Iole Natoli, Daniela Degan, Alberto Castagnola, Cerchio di Luna Torino, Gruppo Italiano Dakini, Ass. Argiope, Ass. Talanith, Rodolfo Brun e Cerchio Guerrieri Altrove, Ass. Stregatocacolor, Barbara Zanoni, Gabriella Irtino, Luisa Spagna, Paolo Pacciolla, Monica di Bernardo, Francesca Colombini, Aldo Silvestri.
Organizzazione: Morena Luciani, Sarah Perini, Monica Smith. All’interno del convegno sarà allestito un punto allattamento per le mamme, seguito dal Collegio delle Ostetriche di Torino-Asti. Le ostetriche saranno a disposizione per informazioni e confronti.
L’evento è sostenuto da Tides Foundation, e patrocinato dall’Assessorato alle Pari Opportunità del Comune di Torino e dalla Commissione Pari Opportunità della Regione Piemonte. È stato realizzato grazie alle donazioni private e a una rete di persone che da anni s’impegnano a studiare e produrre nuovi e più equi modelli di esistenza. Non ha ricevuto finanziamenti pubblici. http://www.associazionelaima.it/

 

16/3  ROMA

 

17/3  PARMA 

Il CEM, Centro di Educazione Mondialità, movimento educativo interculturale, nato a Parma nel 1942, organizza un Convegno per festeggiare i suoi 70 anni di attività.
Il Convegno avrà per titolo Non solo a scuola. I nuovi spazi dell’intercultura e si svolgerà presso i Missionari Saveriani a Parma sabato 17 marzo, in viale San Martino 8: comprende un vasto programma di relatori e riserva per la serata proiezioni video, spettacoli teatrali e musicali.
Fra la ricca offerta di relatori che declineranno il tema del convegno durante la giornata spiccano i nomi di Aldo Bonomi, Anna Maria Rivera, Marco Deriu, Davide Zoletto, Aluisi Tosolini. Ad essi si affiancano i nomi di Patrizia Canova, Nadia Savoldelli, Candelaria Romero, Luciano Bosi e Patrizio Ligabue, collaboratori di CEM, che animeranno la serata con il video “In memoria di me” dedicato a uno dei “padri” del CEM, p. Domenico Milani; CON lo spettacolo teatrale sulla storia del CEM “Panorami in cartolina” e CON la performance musicale “Suoni Armonici Circolari e a Percussione”.
Il Convegno è specificatamente ideato per consentire il massimo coinvolgimento dei partecipanti, che saranno chiamati ad esserne i reali protagonisti.
Per maggiori informazioni e per richiedere l’opuscolo illustrato con il programma completo potete rivolgervi a: CEM Mondialità Tel. 030.3772780 Via Piamarta 9 – 25121 Brescia E.mail: cemconvegno@saveriani.bs.it , www.cem.coop

 

 

Share