APPUNTAMENTI 26-31 MARZO 2012

Agenda degli appuntamenti settimanali dal 26 al 31 Marzo 2012. Per inviare comunicazioni scrivete a: appuntamenti@psicologiaradio.it oppure inserite il vs. evento in corso di svolgimento aggiungendo un post a questo articolo. La prossima Agenda sarà on line Lunedì 2 Aprile 2012.

 

 

26-28 Marzo ROMA

Oltre la crisi, Quale economia, quale società. Programma 26 Marzo (Scuola del Sociale, Via Cassia 472): I numeri della crisi, La crisi e gli effetti sull’economia, il welfare, la povertà, attraverso le statistiche Istat, Tommaso Rondinella, Ricercatore Istat. Qualita’ regionale dello sviluppo, Presentazione del IX Rapporto 2011 Nereo Zamaro, Dirigente Istat, Chiara Ricci Sbilanciamoci! La crisi e la riconversione ecologica dell’economia. Gli effetti della crisi sull’ambiente e l’opportunità di riconvertire produzioni e consumi nel nome della sostenibilità, Silvano Falocco Ricercatore Ecosistemi Srl, Giuseppe De Marzo Associazione A Sud. Il terzo settore ed il welfare di fronte alla crisi. Il lavoro ed i servizi sociali e la crisi della finanza locale, Gianni Palumbo Portavoce del Forum del Terzo settore del Lazio. L’economia del noi. La nascita di nuove forme di auto-organizzazione economica e sociale di fronte alla crisi, Roberta Carlini Giornalista e autrice de “L’economia del noi” (Laterza). Programma 27 Marzo (Scuola del sociale, via Cassia 472): La globalizzazione com’e’ e come dovrebbe essere. Le conseguenze del neoliberismo e le prospettive di una “globalizzazione dal basso” fondata sulla coesione sociale, i diritti, il welfare, l’equità. Giuliano Battiston Ricercatore e autore di “Per un’altra globalizzazione” (Edizioni dell’Asino). La crisi, la finanza e le istituzioni economiche internazionali, Le responsabilità della finanza, la crisi e i modi per uscirne, Andrea Baranes Presidente della Fondazione Responsabilità Etica. Il sociale nella crisi .Il ruolo delle minoranze attive, Goffredo Fofi Direttore de Lo Straniero.
28 marzo, Porta Futuro – Via Galvani 108 Oltre la crisi, Quale economia, quale società. Modera: Giulio Marcon Presidente del Comitato Tecnico-Scientifico della Scuola del Sociale. Enrico Giovannini Presidente dell’Istat La crisi italiana tra debolezze strutturali e vie d’uscita, Richard Sennett Cambridge University Competizione vs cooperazione: la crisi economica e come uscirne. Sakia Sassen Columbia University Il lavoro sociale dentro la crisi, Mario Pianta Università di Urbino, Una grande redistribuzione contro le diseguaglianze, Susan George Presidente onoraria di Attac Internazionale Dopo la crisi, quale globalizzazione. Presso Scuola del Sociale e Porta Futuro. Per informazioni: scuoladelsociale@provincia.roma.itwww.provincia.roma.it – tel 06 33660196

 

 

27 Marzo MILANO

Seminario Immigrazione e Integrazione. Il ruolo della Comunicazione nella formazione dell’opinione pubblica. Fondo Europeo per l’Integrazione di cittadini di Paesi terzi 2007-2013. Milano, 27 marzo ore 16,30 – Circolo della Stampa-Corso Venezia, 48 Sala Montanelli. Moderatore Paolo Lambruschi Giornalista di Avvenire. Natale Forlani Direttore Generale dell’Immigrazione e delle Politiche di Integrazione Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali. Presentazione Filmato. Interventi e testimonianze: Roberto Santaniello Direttore Relazioni Internazionali, Gabinetto del Sindaco, Comune di Milano, Marco Lombardi Direttore Master in Giornalismo Università Cattolica del Sacro Cuore, ZitaDazzi Giornalista La Repubblica, Augustin Mujyarugamba Presidente AIPEL, Andrea Riscassi Capo servizio Tgr Rai Lombardia, Mario Consani Consigliere Ordine dei Giornalisti Lombardia, Gabriella Trapella Presidente Ass.La Città del Sole-Amici del Parco Trotter Onlus. http://www.integrazionemigranti.gov.it/

 

 

27 Marzo FIRENZE
Mutilazioni genitali femminili, succede anche in italia – una rete di tutela per contrastarle.

Generare nuove decisioni per rafforzare la rete di tutela contro le mutilazioni genitali femminili tra le donne immigrate. Questo l’obiettivo del Progetto Shabaq organizzato dall’Associazione Nosotras e promosso dalla Provincia di Firenze nell’ambito della campagna per sostenere e promuovere il principio costituzionale della parità di genere “Puntiamo sul Pari”, realizzato in dodici progetti con il finanziamento della Regione Toscana (fondi regionali della L.R.T. 16/2009).
Martedì 27 marzo, dalle ore 9.30 alle 13.30, nella Sala Luca Giordano di Palazzo Medici Riccardi (Via Cavour 1, Firenze) è in programma un seminario conclusivo che illustrerà le attività e i risultati dell’iniziativa attraverso vari interessanti interventi.
Attraverso il Progetto Shabaq sono state messe in atto azioni mirate allo scopo di diffondere la conoscenza e la consapevolezza delle pratiche delle mutilazioni genitali femminili (MGF), una realtà che purtroppo tocca il nostro paese più di quanto sia comunemente percepito. L’operazione di questi disumani interventi sul corpo femminile sono vietati e perseguiti penalmente dalla legge italiana, ma esiste comunque chi le pratica clandestinamente. Un sommerso che a fatica emerge e che ad oggi non può essere quantificato, ma va a sommarsi alle numerose donne immigrate che arrivano in Italia reduci di queste violenze.
Il Progetto Shabaq si è diviso in due fasi: la prima ha consistito in un lavoro di ricerca sulle MGF su vari ambiti (religione, immigrazione, violenza e cultura) con uno studio operato da un team differenziato composto da professionisti di vario tipo, un’equipe multidisciplinare. Questa prima parte ha portato alla creazione di una bibliografia di riferimento ed a un aggiornamento del target dei paesi interessati e a rischio. L’analisi è stato punto di riferimento per la seconda fase a cui hanno partecipato circa 80 operatori socio-sanitari, coinvolti in giornate formative (aggiornamento e formazione ex novo), cinque workshop e la realizzazione di protocolli per individuare, zona per zona, i casi e le situazioni a rischio. L’obiettivo è stato la creazione di una rete di tutela che punti al monitoraggio, alla prevenzione e allo sradicamento dei casi con un’attenzione specifica al problema, con l’individuazione di figure professionali che sanno come affrontare le complicazioni che conseguono a queste orribili pratiche. Occorre premunirsi di una task force, come quella che ad oggi in Italia è presente per la violenza di genere: psicologi, medici specializzati, informati e consapevoli di un determinato approccio, avvocati e comunicazione diretta con le forze dell’ordine quando necessario.
Facendo un confronto con i paesi europei nell’affrontare questa delicata questione, sono state individuate strategie di contrasto più avanzate di quelle italiane, buone pratiche come in Francia e Spagna dove, ad esempio, già per le bambine è obbligatoria una visita ginecologica.
Allo stato attuale gli operatori socio-sanitari sono a conoscenza dell’esistenza del problema, ma c’è molta confusione nel comprenderne le cause: solitamente si pensa che le MGF siano praticate per un discorso religioso, ma non è così. C’è una trasversalità tra le tradizioni religiose e una concatenazione di ragioni culturali di antichissima origine. Cause che occorre conoscere per sconfiggere e debellare l’atto di violenza, non per giustificarlo.
Aprirà la mattinata del 27 marzo l’intervento di Sonia Spacchini, Assessore alle Pari Opportunità Provincia di Firenze, proseguirà Elena Baragli dell’Associazione Nosotras illustrando i risultati del progetto; seguita da un approfondimento di Rossana Mori, Sindaco di Montelupo, Rosa Barone, della Società Della Salute di Empoli e Alberto Silvia, dell’Educazione alla Salute di Empoli. Sul piano legislativo faranno chiarezza gli avvocati Stefania Moscardi e Rosa Vignali. Dopo l’intervento di Beatrice Rovai della Società della Salute di Firenze Nord-Ovest, le conclusioni su questioni aperte, prospettive e progetti futuri sono affidate a Laila Abi Ahmed, Presidente dell’Associazione Nosotras. Per finire con uno sguardo innovativo, Emilia Uccello di Nosotras illustrerà il progetto di una bacheca on line per la diffusione di materiali informativi e la creazione di una mappatura dei paesi e delle etnie più a rischio.
La partecipazione è aperta a tutti gli operatori socio sanitari delle 5 SDS che hanno preso parte ai focus group formativi/informativi, alle comunità immigrate, alle forze dell’ordine, ai centri affido, alle forze dell’ordine e di polizia, alle associazioni del terzo settore che si occupano di immigrati.

 

 

27 Marzo MILANO

Martedì 27 marzo 2012 – ore 18.30 Milano – Palazzo Reale, Sala Conferenze, Piazza del Duomo, 12. In occasione della presentazione di “Le prigioni malate. Ottavo rapporto di Antigone sulle condizioni di detenzione in Italia”. Edizioni dell’Asino. Come tutelare i diritti in carcere? come renderli effettivi? Diritto al lavoro – Diritto alla salute – Diritto alla non discriminazione. Le segnalazioni degli operatori, le risposte del Comune ne parlano: Luisa Della Morte (Cooperativa Alice), Ottavio Moffa (Progetto Ekotonos), Paolo Oddi (ASGI), rispondono: Lamberto Bertolé (Presidente della Sottocommissione carceri) Mirko Mazzali (Vicepresidente della Sottocommissione carceri e Presidente della Commissione sicurezza). Introducono, coordinano e concludono: Patrizio Gonnella e Alessandra Naldi (Associazione Antigone). E’ previsto l’intervento del Sindaco di Milano Pisapia autore della Prefazione al volume Associazione ANTIGONE onlus www.associazioneantigone.itsegreteria@associazioneantigone.it Associazione ANTIGONE Lombardia: www.antigonelombardia.itinfo@antigonelombardia.it

 

 

27 Marzo ROMA

Convegno Lavoro e disabilita’ psichica. 27 marzo 2012 – ore 9.30 – 13.30 Sala Di Liegro – Palazzo Valentini – Roma. Vincere il pregiudizio diritto al lavoro per i disabili psichici. Partecipa Nicola Zingaretti (Presidente Provincia di Roma). Apre i lavori e coordina Nina Daita (Responsabile Nazionale Ufficio Politiche per le Disabilità CGIL). Introduce Mercato del lavoro e applicazione della legge 68/99, Fabrizio Fratini (Segretario FP CGIL – Welfare e Mercato del Lavoro ). Relazioni: Il quadro normativo: dalla legge 68/99 all’intesa Stato Regioni del 2006. Maria Barilà (Dir. Gen. del U.O.R.C.C. del Dipartimento Funzione Pubblica della P.C.M.). L’informazione sul rapporto tra lavoro e disabilità psichica: Franco Deriu (Ricercatore Isfol). La condizione dei disabili psichici: l’inserimento al lavoro e lo strumento del tirocinio “mirato”, Virginio Massimo (Comitato genitori giovani disabili psichici). Interventi: Tina Balì (Segretaria CGIL Roma e Lazio), Dino Barlaam (Direttore Agenzia per la Vita Indipendente), Augusto Battaglia (Comunità Capodarco), Gianpaolo Celani (Presidente AIPD – Sezione di Roma), Francesco Costanzo (Dir. servizio I Politiche del lavoro e servizio per l’impiego Dip. III Prov. di Roma), Tonino D’Annibale (Vice Pres. Comm. Politiche Sociali Regione Lazio). Fausto Giancaterina (Resp. Inclusione lavorativa Opera don Calabria – Roma), Laura Imbimbo (Vice Presidente F.A.N.T.A.SI.A), Maria Odoni (Coord. Area disabilità Form. Professionale Comune di Roma), Massimiliano Smeriglio (Ass. Lavoro e Formazione Prov. di Roma), Roberto Speziale (Presidente Nazionale ANFFAS), Enrico Troiani (Presidente F.A.N.D. Roma). Conclude Rossana Dettori (Segretario Generale FP CGIL).

 

 

27 Marzo MILANO

Centro milanese di psicoanalisi “Cesare Musatti”, Frontiere della Psicoanalisi 2012. La vecchiaia. Ore 21.00presso la Casa della Cultura, Via Borgogna 3, Milano. La vecchiaia è uno dei problemi principali della società contemporanea, un problema irrisolto e paradossale perché se da una parte è ormai possibile, attraverso la scienza, prolungare quantitativamente la vita biologica di un individuo, d’altra parte è molto più arduo offrire un miglioramento qualitativo dell’esistenza. Come porsi di fronte a questa dimensione, spesso ignorata o sottovalutata dalla nostra società? Ne discutono insieme: G.Reale, Filosofo, Direttore delle collane di filosofia Bompiani. L. Lomazzi, Docente presso l’Università della Svizzera Italiana, Centro di Competenze Geriatriche Supsi. A. Oliva de Cesarei, Psicoanalista SPI. Ingresso Libero fino a esaurimento posti. Segreteria Organizzativa: via Corridoni, 38 – 20122 Milano tel +39 02 55012281 fax +39 02 5512832. cmp.spi@fastwebnet.it www.cmp-spiweb.it

 

 

28 Marzo ANCONA.

 

 

 

 

28 Marzo ROMA

LIBERTA’ OBBLIGATORIA 

 

 

28 Marzo MILANO

VOCI CONTRO L’APARTHEID Boycott, Divestment and Sanctions: Boicottare Israele NON è boicottare gli Ebrei . Serata di sensibilizzazione sulla situazione palestinese. Casa per la Pace di Milano organizza, Mercoledì 28 Marzo 2012 alle ore 20:30 presso la propria sede, una serata di sensibilizzazione riguardo l’apartheid messa in atto da Israele nei confronti dei Palestinesi e la compagna BDS (Boicottaggio, Disinvestimento, Sanzioni). Coordinerà la serata Piero Maestri, redattore della rivista “Guerre & Pace”. Interverrà Marco Ramazzotti Stockel di “Rete ECO – Ebrei contro l’occupazione” per raccontare la propria esperienza personale di ebreo che si oppone all’occupazione israeliana e approfondire il concetto di apartheid rispetto al Diritto Internazionale spiegando come viene applicato ai palestinesi dal governo israeliano. Interverrà inoltre in teleconferenza di Naji Owdah, direttore del centro Al-Feneiq del Deisheh Camp e membro dei comitati popolari palestinesi. Il Deisheh Camp è il campo profughi più grande di tutta la Palestina ed è situato nella periferia di Betlemme, mentre Al-Feneiq è un centro culturale che promuove progetti teatrali, laboratori di pittura e musica, libri, film, workshop per gli uomini, le donne e i bambini del campo. Altro tema di rilievo della serata sarà la Campagna BDS, ovvero come boicottare i prodotti Israeliani e soprattutto perché. Nel 2005 la società civile palestinese ha formulato una proposta unitaria ai movimenti internazionali di solidarietà: individuare modalità di Boicottaggio di prodotti israeliani, Disinvestimento da attività commerciali in Israele, Sanzioni sullo Stato di Israele fino a quando non rispetterà il Diritto Internazionale ed i Principi Universali dei Diritti dell’Uomo, boicottaggio accademico o culturale degli israeliani che non prendono posizione contro l’occupazione e l’Apartheid. Tutte queste richieste sono state formulate nella campagna BDS (www.bdsmovement.org). Associazione Casa per la Pace Milano, via Marco D’Agrate 11 20139 Milano Tel: 0255230332 fax 0289059035 mail: info@casaperlapacemilano.itwww.casaperlapacemilano.it

 

 

29 Marzo PERUGIA

Presentazione del Festival del Giornalismo e dell’iniziativa Unicef “Parla di me”,Commissione Europea – Via IV Novembre, Perugia. 

 

 

 

29/3 PALERMO

SGUARDI OLTRE. 

Info: www.alberodellavita.org, conferenza.minorieperiferie@alberodellavita.org

 

 

29/3 MILANO

BAMBINI in CARCERE: non LUOGO a procedere”. Riflessioni sulla riforma che avrebbe dovuto far uscire i bambini dal carcere. 29 Marzo, 14.00 – 17.30 Università degli Studi di Milano – AULA Lauree Via Conservatorio n. 7. Un incontro che parte dalle criticità e debolezze del nuovo quadro legislativo, per evidenziare interpretazioni e soluzioni che portino a un’applicazione della nuova legge quanto più coerente e rispondente possibile alle esigenze di protezione, rispetto e riconoscimento della dignità delle donne detenute e, soprattutto, dei loro bambini. Intervengono: Pierfrancesco Majorino – Ass. Politiche Sociali e Cultura della salute Milano ; Giovanna Di Rosa – CSM; Lia Sacerdote – Bambinisenzasbarre; Federica Giannotta – Terre des Hommes Italia. Luigi Pagano – Vice Capo Dipartimenti dell’Amministrazione Penitenziaria DAP; Valerio Onida – Pres. emerito Corte Costituzionale; Pasquale Nobile de Santis – Pres. Tribunale di Sorveglianza – Milano; Carla Sant’Andrea – Dir. Carcere Como; Gloria Manzelli – Dir. Carcere Milano; Maria Cristina Calle – Psicologa / Criminologa; Edoardo Fleischner – Univ. degli Studi di Milano; Associazione A Roma, Insieme; Associazione Legalenelsociale; Consulta Penitenziaria Roma. E’ stata invitata all’evento l’Avv. Paola Severino, Ministro della Giustizia. Fondazione Terre des Hommes Italia, 02 28970418, info@tdhitaly.org . Per informazioni: www.terredeshommes.it

 

 

29/31 Marzo SIENA

PROGETTO BIANCIARDI. Siena, 29-31 marzo 2012,Salone Storico della Biblioteca degli Intronati. 29 marzo dalle ore 15.30 convegno “Nascere intellettuali, morire pompieri. La scrittura di Luciano Bianciardi, tra scena e letteratura”, ore 21 “Non leggete i libri, fateveli raccontare” spettacolo (con replica il 30 e 31 marzo ore 18.30) Ingresso libero. Luciano Bianciardi, uomo e intellettuale grossetano, uno degli scrittori e giornalisti più influenti degli anni Sessanta, suggeriva di lasciare il significato della parola ‘intellettuale’ nelle nebbie più fitte. Aveva compreso che in una società gerarchica, il carisma va espresso nei modi e nelle pose, e che i contenuti sono pericolosi e noiosi, specialmente quando si parla di cultura. Luciano Bianciardi aveva sollevato un problema serio: in una società che non riconosce un argomento come valido di per sé, ma buono soltanto a seconda dell’autorità che lo presenta, che cosa significa ‘pensare per professione’? Che posto c’è per tutti i neo-pensatori dai natali per niente illustri che da quarant’anni affollano l’università di massa? Che cos’è e a che cosa serve oggi un intellettuale? Di intellettuali (di ieri e di oggi) e della scrittura bianciardiana si parlerà nel convegno “Nascere intellettuali, morire pompieri. La scrittura di Luciano Bianciardi, tra scena e letteratura” curato da Angelo Romagnoli e Raffaella Ilari, che si svolgerà a Siena presso il Salone Storico della Biblioteca degli Intronati, giovedì 29 marzo dalle ore 15.30 (ingresso libero). Luciano Bianciardi è stato illuminante nel raccontare il mondo della cultura italiana nelle sue approssimatezze, non esclusive dell’ambito culturale. A modo suo, ha inventato una maschera da commedia all’italiana teatralmente antica ma moderna nei comportamenti: l’intellettuale servile che, conscio della sua fragilità culturale e materiale, si cerca il suo padrone che gli consenta di sopravvivere, se non di prosperare. Parte dunque incendiario e finisce pompiere. Ammette che non c’è sopravvivenza al di fuori del conformismo. E qui per Bianciardi sta la tragedia: dover rinunciare, senza una giustificazione profonda, al compito di comprendere le cose e di impegnarsi a cambiarle un poco. L’intellettuale spegne gli ardori, si conforma allo stato delle cose. Convegno e spettacolo saranno affiancati da una serie di approfondimenti curati dal blog il lavoro culturale (www.lavoroculturale.org) e dedicati ai riflessi di Bianciardi nella cultura visiva, tra cinema e documenti video, al mondo dell’editoria e al precariato intellettuale. Il Progetto Bianciardi è illustrato da Renzo Francabandera (www.renzofrancabandera.it). Per informazioni: Comune di Siena tel.0577.292225- cultura_teatro@comune.siena.it www.comune.siena.it/cultura , www.progettobianciardi.it

 

 

30 Marzo FIRENZE

Istituto degli Innocenti. Fiorella Mannoia: “L’arte che educa e dà futuro”. Venerdì 30 marzo 2012 Brasile–Italia: scambio di esperienze sull’educazione di ragazzi in disagio, ore 13.30 Istituto degli Innocenti, SaloneBrunelleschi . Partecipa Fiorella Mannoia Programma: Alessandra Maggi, presidente Istituto degli Innocenti. Cesare de Florio La Rocca, presidente e fondatore Progetto Axè; Micaela Le Divelec CFO & Vice President Gucci . Rossella Ravagli CSR Manager Gucci. 13.45 Spettacolo di Capoeira dei ragazzi di Axè . Modera Lucia Nencioni, giornalista, Comunicazione e Media Education, Istituto degli Innocenti.

 

 

30 Marzo MILANO

“Fa’ la cosa giusta!”. Fiera del consumo critico e degli stili di vita sostenibili, organizzata a Milano da Terre di mezzo Eventi e Insieme nelle Terre di mezzo onlus. Giunta alla nona edizione, quest’anno offrirà ai visitatori 11 sezioni tematiche. La sezione speciale è dedicata al Turismo consapevole, con un’attenzione particolare al Brasile. Sono attesi 70mila visitatori da tutta Italia. Si terrà da venerdì 30 marzo a domenica 1 aprile nei padiglioni di Fieramilanocity. Oltre agli stand, Fa la cosa giusta! prevede un ricco programma culturale, con laboratori, incontri, spettacoli e iniziative per i bambini. Per info: www.falacosagiusta.org . Il circuito nazionale comprende oggi: Fa’ la cosa giusta! Trento (VII edizione – ottobre 2011), Fa’ la cosa giusta! Genova (III edizione – settembre 2011),Fa’ la cosa giusta! Sicilia (I edizione – maggio 2012). Le due anime di Fa’ la cosa giusta!, quella culturale e quella espositiva si evidenziano nel susseguirsi di oltre 250 appuntamenti, tra tavole rotonde, convegni, laboratori e spettacoli e nei 750 espositori che danno vita alla mostra/mercato costituita da 10 sezioni tematiche:

  • Turismo consapevole – Sezione speciale 2012. Associazioni, enti pubblici, imprese profit o non profit e altre realtà impegnate nell’organizzazione e nella promozione di un turismo rispettoso dell’ambiente, dei diritti dei popoli e dei lavoratori.
  • Abitare green. Arredamento eco-compatibile, equo e solidale; design per la sostenibilità e l’accessibilità; studi di progettazione sostenibile, autocostruzione, complementi d’arredo con materiali naturali o di riciclo, detersivi eco compatibili, aziende di raccolta dei rifiuti e di macchine e sistemi per la raccolta e il riciclo, bio-edilizia e bio-architettura, risparmio energetico, agevolazioni fiscali e finanziamenti etici, energia prodotta da fonti rinnovabili. Spazio Orti e giardini.
  • Commercio equo e solidale . Empori e botteghe del mondo, produttori del Sud del mondo, associazioni di rappresentanza del commercio equo e solidale.
  • Cosmesi naturale (novità 2012). Prodotti per la bellezza, la cura del corpo e l’igiene personale.
  • Critical fashion. “Consumare moda critica” significa dedicare attenzione non solo allo stile e alle tendenze, ma anche e soprattutto alle caratteristiche etiche dei capi che si indossano; il vestire acquista sempre più un valore simbolico, diventa il tramite per un messaggio relativo ai nostri valori, alla nostra identità, al nostro stile di vita.
  • Il pianeta dei piccoli. Abbigliamento, arredamento, giochi, prodotti per l’igiene personale e per la cura del bambino.
  • Mangia come parli . Aziende agricole (produttori e trasformatori) e distributori biologici e biodinamici; realtà che difendono la biodiversità; produttori locali a “Km 0”; associazioni e istituzioni impegnate in progetti di educazione all’alimentazione e in difesa della sovranità alimentare, consorzi di tutela dei prodotti tipici.
  • Mobilita’ sostenibile. Associazioni, enti pubblici e imprese profit e non profit impegnate nella diffusione di strumenti di mobilità sostenibile: bicicletta, trasporto pubblico, car sharing, car pooling, apparecchi elettrici e a idrogeno.
  • Pace e partecipazione. Associazioni locali e nazionali, distretti e reti, campagne, gruppi informali, gruppi d’acquisto, associazioni per la pace e la nonviolenza, Ong, volontariato, banche del tempo, comunità di vita, associazioni di tutela dei consumatori (Salone dei Consumatori), sindacati
  • Servizi per la sostenibilita’. Servizi vantaggiosi e sostenibili dal punto di vista sociale e ambientale.
  • Spazio narrativa. Siti, periodici, case editrici, case di produzione cinematografica e discografica, gruppi, associazioni, cooperative, imprese impegnate nella produzione e/o distribuzione di progetti e prodotti culturali.

 

 

30 Marzo ALESSANDRIA

Convegno “Gli abusi sugli anziani”. Palazzo Monferrato Via San Lorenzo, 21. I recenti fatti di cronaca giudiziaria inerenti l’Istituto Borea di Sanremo, hanno messo in evidenza il quadro di responsabilità giuridica che emerge a seguito della commissione di abusi nei confronti degli utenti anziani disabili. E allo stesso tempo, è emerso che il semplice controllo degli aspetti formali dell’attività assistenziale, non permette agli organismi di vigilanza pubblica di intravedere la commissione di reati da parte del personale addetto all’assistenza o della direzione. Anaste Piemonte e Ansdipp-Aria Piemonte, con il patrocinio della Provincia di Alessandria, in collaborazione con Maggioli Editore, organizzano una giornata di riflessione per analizzare i profili penalmente rilevanti dell’attività assistenziale, che vengono raggruppati nei seguenti articoli del Codice Penale:
art. 591 Cp – abbandono di persone minori o incapaci
art. 571 Cp– abuso dei mezzi di correzione o di disciplina
art. 572 Cp–maltrattamenti in famiglia o verso fanciulli
art. 348 Cp– abusivo esercizio di una professione
art. 358 Cp– nozione della persona incaricata di pubblico servizio
art. 331 Cpc – obbligo di comunicazione della notizia di reato
art. 640 bis Cp – truffa aggravata per il conseguimento di erogazioni pubbliche
Accanto alla responsabilità penale di tutte le figure professionali coinvolte nell’assistenza, sarà dedicato uno spazio particolare per approfondire la responsabilità civile del legale rappresentante, in quanto assimilato al datore di lavoro. La partecipazione al convegno è gratuita. Info: anaste.piemonte@virgilio.it

 

31 Marzo FIRENZE 

Quali spazi per democrazia e libertà nell’Europa liberista?  Giardino dei Ciliegi Filo Rosso Libera Università Ipazia Gruppo economia e società Fondazione Balducci. Per il ciclo: L’Europa nella crisi del capitalismo. Presentano: Quali spazi per democrazia e libertà nell’Europa liberista? Abbiamo il dovere di salvare l’Unione Europea da se stessa. Si sta costruendo un Super-Palazzo inaccessibile (Tom Benetollo) ai cittadini e alle cittadine. E’ il tempo di una campagna europea, per la costruzione dell’Unione dell’uguaglianza poiché senza uguaglianza, la democrazia è oligarchia, un regime castale (Zagrebelsky). Se ne discute con Laura Bazzicalupo (Università Salerno, autrice di “Eroi della libertà. Storie di rivolta contro il potere”); Pietro Castelli Gattinara, Caterina Froio, Markos Vogiatzoglou (dottorandi di ricerca in Scienze politiche presso l’Istituto Universitario Europeo / Collettivo Prezzemolo). Coordina Ubaldo Ceccoli. Ore 16,30 Giardino dei ciliegi – via dell’Agnolo 5 – Firenze. Info: 055 2001063 , ilgiardinodeiciliegi@gmail.com

 

 

 

Share